Guida al Narghilé

Il narghilè è un oggetto affascinante e pieno di storia, apprezzato sia da fumatori che non fumatori: non è raro trovarne uno in bella vista come complemento d’arredo pieno di fascino. Il suo utilizzo primario è quello di oggetto per il fumo di gruppo, come attività di accompagnamento a una buona conversazione e di socializzazione, ma è anche strumento di meditazione. Dietro questo oggetto si nascondono storia, cultura e una vera e propria filosofia: proveremo con questa breve guida a darvi informazioni su tutto ciò che riguarda il mondo del narghilè, dalle nozioni storiche e culturali al suo funzionamento.

Che cos'è il narghilè

Il narghilè, conosciuto anche con i nomi di "shisha" in Egitto, "kaljan" (кальян) nell'area ex sovietica, "hookah" in India (e poi nel Regno Unito) e "pipa ad acqua" in Italia, è uno specie di grande pipa utilizzata per fumare miscele speciali di tabacco aromatizzato. Il funzionamento è più semplice di quel che si possa immaginare: il narghilè è composto da un'ampolla di vetro, che può avere diverse dimensioni, e un corpo centrale, solitamente in acciaio,da un braciere,e da un tubo appositamente realizzato. Per fumare la shisha, si riempie fino a tre quarti d'acqua l'ampolla, si inserisce il tabacco nel braciere e lo si scalda con appositi carboncini; il fumo attirato nell’ampolla si raffredda nell’acqua e forma vapore aromatico che viene aspirato dal tubo inserito in apposite aperture nell'ampolla (gli innesti) .

I narghilè possono essere di tutte le fogge, i colori, le dimensioni; sconsigliati quelli con più tubi per via ovviamente del fattore igienico e per la brevissima durata del tabacco utilizzato.

Narghilè: storia e cultura

Il narghilè, in tutte le sue varianti di nome e fattura, è un oggetto tradizionale la cui data di nascita precisa è piuttosto incerta: quel che è sicuro è la sua antica provenienza dai paesi mediorientali, e la sua diffusione anche in India, sin da tempi remoti. In Egitto e nei paesi limitrofi le prime tipologie di shisha, diffuse soprattutto nelle classi meno abbienti, constavano in una semplice noce di cocco usata come ampolla e canne di bambù come tubi.

Durante i secoli, il narghilè si è evoluto e ai materiali poco resistenti quali rame, ottone e leghe metalliche povere si sono sostituiti acciaio e alluminio. Le guarnizioni oggi sono per lo più in plastica, anche se in Egitto, come potete vedere per esempio nel video più sotto, continua a essere utilizzata la tradizionale canapa.

Il narghilè è parte integrante della cultura tradizionale dei popoli mediorientali: spesso visto dagli occidentali come semplice strumento per fumatori, in realtà porta con sé una valenza sociale e culturale immensa, che possiamo definire come vera e propria filosofia. Fumare il narghilè in Egitto e negli altri paesi del Mashreq, infatti, è prima di tutto un'attività sociale: se avete mai visitato il Cairo o un qualsiasi altro luogo limitrofo, città o paese che fosse, non saranno passati inosservati i gruppi di fumatori di shisha raccolti negli shisha bar o nelle case. Fumare il narghilè è un momento di socializzazione, di conversazione, di meditazione, il tutto in un ambiente rilassato e informale, accogliente, alla cui creazione concorre anche il rumore delle bolle che il fumo forma passando attraverso l’acqua e dal suo aroma fresco e fruttato. Insomma: fumare il narghilè in Egitto, come in altri paesi nei quali quest'usanza è di casa, è una vera e propria attività meditativa e sociale, alla quale molti uomini si dedicano quotidianamente. 

Le parti di cui è composto il narghilè

Nell'immagine qui sotto potete osservare l'esploso di un narghilè: le componenti a prima vista sembrano tantissime e il funzionamento complesso, ma vi assicuriamo che, una volta compreso il meccanismo, la shisha non avrà per voi più segreti.

Ecco le parti di cui è composto il narghilè:

Parti principali del narghile

Carta stagnola Si tratta di normale carta stagnola per uso domestico: se ne usa un piccolo quadrato non più largo di 13cm  per coprire, stendendolo bene, la sommità del braciere; il sottile strato d'alluminio va quindi bucherellato finemente con un comune  stuzzicadenti.

I buchi devo essere effettuati non a caso ma seguendo una linea verticale .Le file devono essere a o non più di cm 0,5 di distanza

Braciere Generalmente questo componente è in argilla grezza o smaltata; ce ne sono di larghi ,medi, piccoli   serve per raccogliere la miscela o il tabacco da fumare (esistono ricambi di questo componente, li trovate in vendita sul nostro shop).

Guarnizione normalmente  in gomma o silicone, serve a collegare il braciere al corpo centrale  garantendo un passaggio del fumo, senza fuoriuscite (esistono ricambi di questo componente, li trovate in vendita sul nostro shop).

Piatto Elemento decorativo,serve  trattenere la caduta di cenere  proveniente dal  braciere.

Corpo del narghilé Corpo principale del narghilè dove  vengono alloggiate sia la valvola di sfogo  che a sua volta contiene una piccola sfera d’acciaio sia l'innesto per il tubo di aspirazione del fumo.

Cilindro cavo Parte attraverso la quale passa il fumo proveniente dal braciere, per arrivare nell'ampolla in vetro con l'acqua che lo trasformerà in vapore  prima dell'inalazione.

Guarnizione in gomma Questa seconda guarnizione serve a collegare la parte superiore del narghilè all'ampolla in vetro garantendo la tenuta (esistono ricambi di questo componente, li trovate in vendita sul nostro shop).

Ampolla di vetro La shisha, la "bottiglia" dalla quale prende il nome lo strumento in alcune aree del mondo, è anche la base del narghilè, quella che viene riempita d'acqua, meglio se freddissima. L'ampolla può essere di varie dimensioni e lavorata a mano ; l’acqua  contenuta deve essere almeno di mezzo litro,questo per garantire una fumata sempre uniforme, i narghilé più piccoli di cosi sono normalmente oggetti da esposizione di cui sconsigliamo l’utilizzo. La qualità e cura della lavorazione determina anche il valore del narghilè: nei prodotti di alta qualità l'ampolla è infatti ornata e dipinta a mano (esistono ricambi di questo componente, li trovate in vendita sul nostro shop).

Tubo flessibile Collegato al corpo principale del narghilè, è la parte utilizzata per aspirare il fumo. Può essere in plastica, gomma stoffa , o avere le parti intercambiabili ,comunemente è flessibile in quanto maggiormente comodo da utilizzare quando si è comodamente seduti su divani, poltrone o grandi cuscini. Anche il tubo è spesso finemente lavorato, contribuendo ad aumentare il valore del narghilè (esistono ricambi di questo componente, li trovate in vendita sul nostro shop).

Bocchino Posto al termine del tubo flessibile, è utilizzato per aspirare il fumo. Può essere monouso, per l'utilizzo in ambienti pubblici (shisha bar), ma anche in acciaio o in elegante vetro colorato, più indicato invece per un uso personale (esistono ricambi di questo componente, li trovate in vendita sul nostro shop).

Pinzetta Indispensabile per poter maneggiare il carboncino incandescente da posizionare sopra il braciere (esistono anche ricambi di questo componente, li trovate in vendita sul nostro shop).

Guida al Narghilé

Video assemblaggio e preparazione del narghilè
Narghilé: Consigli e avvertenze
Come si prepara il Narghilé